Tag Archives: music

Get back life to music

21 Ago

Avrei dovuto scrivere questo post un po’ prima, dato che i concerti estivi sono finiti l’11 agosto. 
Però, anche adesso in realtà, non avevo idea di come riportare per scritto la fantastica esperienza di quest’anno. 
Non che gli altri anni o gli altri concerti siano stati da meno, tutti hanno una loro particolarità e ne conservo il ricordo, ma questi, soprattutto il primo, sono stati… “wow”!

E quindi torniamo indietro al 4/08/2014, Pietrasanta, Chiostro di Sant’Agostino.

Il solito concerto in città. Se non fosse che quest’anno abbiano deciso di dare la cittadinanza onoraria (sì, pure a lui) al maestro Michael Guttman, violinista belga che da anni risiede nel mio paese ed organizzatore del festival Pietrasanta in concerto.
Non solo abbiamo suonato per lui, ma abbiamo suonato con lui!
Io non me ne intendo troppo di viole violini e strumenti da orchestra, però quando uno ci sa fare, si sente! 
Con quell’aria un po’ svampita, decisamente modesto, non solo ha accettato di suonare con noi, venendo anche alle prove della banda (e non è da tutti, fidatevi, considerando anche che siamo una semplice banda di dilettanti), ma oltretutto ci ha pure finanziati per comprare nuovi strumenti e apparecchiature per la scuola di musica! 
Comunque, non so se appunto era il suo effetto benefico o cosa, ma ci siamo tutti impegnati veramente tanto ed abbiamo suonato decisamente meglio rispetto ai nostri standard. Anche il pubblico ci ha sorpresi, sia per la moltitudine di persone sia per l’attenzione che hanno rivolto al concerto. A tutto il concerto, Guttman ha suonato con noi solo due pezzi. 
C’è da ringraziare anche il sindaco per aver promosso questo evento, che dimostra sempre di provare un minimo di interesse verso la filarmonica (e non è da tutti nemmeno questo)

8/08/2014, Capezzano Monte, Teatro della Cava

Il secondo concerto di rito, al Teatro della Cava di Capezzano Monte. 
Che poi in realtà è una semplice cava scavata in una montagna, decisamente poco teatro, ma molto suggestivo, sia come ambiente, sia come acustica. 
Dicono che dal pubblico si senta divinamente. Io lo spero, perché dal palco è una vera tortura. 
Decisamente sottotono rispetto al primo, però mi dicono che siamo comunque andati bene, “non vi smentite mai!”
E poi ho vinto il terzo premio della lotteria.
Un fornetto elettrico.

Due giorni dopo l’acquisto del nuovo microonde. 
Ma va bene così ahah

11/08/2014, Forte dei Marmi, Bagno Acalì

Questo è stato decisamente il più bel concerto che abbia mai fatto. 
Anche senza Guttman, anche se purtroppo un po’ di musicanti non erano presenti per motivi personali, anche se era un casino l’impianto audio, anche se ci è toccato asciugare la pianola col phon a causà dell’umidità. 
Però siamo stati bravi. 
Davvero. 
Non so se era l’atmosfera, sulla spiaggia col mare alle spalle di sera le candele e tutte queste cose da film americano, ma siamo stati bravi.
E sono stata veramente felice, perché finalmente mi sono sentita a casa. 

Le foto sono di Nicol Fava. Trovate il resto (e la registrazione di Schilnder’s List con Guttman) sulla pagina Facebook Filarmonica Capezzano Monte

Annunci

C’est chic, le freak

18 Lug

 

Freak out!
chic1
Quindici luglio duemilaquattordici, Lucca Summer Festival, Chic ft. Nile Rodgers

Ammetto che è tutto merito di mia sorella se sono andata a questo concerto, rivelatosi tra l’altro uno dei migliori che abbia visto.
Intanto per la disponibilità di Rodgers, del quale sono riuscita a prendere pure un autografo, sia fuori sia sul palco, ha dimostrato di saper interagire benissimo col pubblico, mettendosi al nostro pari.

chic2
Secondo, musica di qualità.
Veramente musicisti bravissimi. Non mi posso assolutamente considerare una fan del genere, okay mi piace il funky anni ’80, però non sono appassionatissima.
Ma quanto diavolo m’ha preso questo concerto! Veramente, veramente spettacolari.
Il bassista mostruoso, il solo in Good Times è stato veramente un qualcosa di epico.
Senza contare che Nile Rodgers ha collaborato con una fraccata di artisti inimmaginabile, da Madonna a Bowie fino ai Daft Punk.

chic3
Peccato che c’era veramente poca gente (cioè, in realtà è stato meglio, tutto molto più “tranquillo”), però non sanno cosa si sono persi.
Beh, meglio per me, che sono riuscita a godermi il concerto in prima fila c:

chic4