Tag Archives: concerto

Pistoia, r u mine?

10 Ago

Già, perché il 17 luglio 2014 sono andata a vedere gli Arctic Monkeys a Pistoia. 
Volevo scriverne prima, ma tra una cosa e l’altra alla fine non l’ho fatto e vabbé, ne scrivo adesso. 
Ammetto che tra tutti i concerti che ho visto, è quello che mi è piaciuto di meno. 
Ho quasi apprezzato di più il fomento nell’attesa, ritrovare i vecchi amici, le corse per i primi posti, il “dai ragà ma quando finiscono i The Kills” (che ho anche apprezzato, sinceramente parlando)…
E poi sono arrivati loro. 

Con mezz’ora e passa di ritardo. 
Che manco Roger Waters s’è fatto aspettare così tanto. 
E questo ci porta al primo motivo dei contro:
Prestazione: caro Turner e company, sei bravo sei bello e sei fotomodello, ma farsi attendere così tanto, per poi suonare un’ora e un quarto nemmeno, no grazie.
Pogo: o quello che è, o come lo chiamate. Ditemi voi, come fate a godervi un concerto prendendovi a spintonate, a cazzotti e a fare TUTTO tranne che godersi il concerto. Io non dico di stare fermi, ma un conto è sentirlo, saltare, ballare, cantare, un conto è dassi di botte. Cioé siete dei coglioni. Con amore. 
Pubblico: che ci riporta al punto di prima probabilmente. Non so, a me metà della gente che c’era mi ha dato l’impressione che ci fosse tanto per fa’ qualcosa a caso (cioé rovinare la serata alle persone che volevano godersi il concerto). Nei concerti a cui sono stata, magari anche il target (?) e il pubblico era diverso, ma tutti seguivano quello che succedeva sul palco, erano partecipi, ballavi, ti scatenavi, ma comunque l’attrazione principale era la musica.
Qui niente. 
Boh. 
Tant’è che eravamo in ottava fila, poco dopo l’inizio la mia amica si è sentita pure male e siamo finite sugli spalti. Poi abbiamo ripreso coraggio siamo riuscite ad arrivare in seconda fila (riuscivo a contare i peli del naso di Turner-), però ragazzi, ‘na fatica…

Ed ecco i pro:
-Visuale: effettivamente, eravamo vicine. Vicinissime. 
-Musica: beh, cosa più importante, a me gli Arctic Monkeys piacciono, e quindi, tralasciando traslochi di posto e disagi vari, mi sono divertita. Anche perché, sono bravi, Turner secondo me ha anche un bel tocco con la chitarra, è stato bello, e penso che alla fine questa sia la cosa più importante. Mi è piaciuta anche la scaletta, hanno fatto un sacco di pezzi di AM (ovviamente), album che sto apprezzando sempre di più, e forse comincio a preferirlo a Favourite Worst Nightmare.
Nonostante tutto, io ci ritornerei subito ad un loro concerto ♥

Adesso non mi resta che aspettare i Gorillaz e i Daft Punk (AHAHAHAHAH T___T)

Annunci

Is there anybody out there?

23 Gen

is_there_anybody_out_there__by_lesstalkmorerokk7-d6kfus8

 

Pink Floyd, The Wall
Disegno originale di Gerald Scarfe (♥)
In realtà questo è un po’ vecchiotto, post-concerto di Waters.
Oh sì, perché -attenzione attenzione!- ho visto Roger Waters a Padova, 26/07/13
Sono ormai una fan dei Floyd da anni (nonché fangirlzzz di Waters ai tempi delle medie*COUGH) e giuro che mai avrei pensato di ritrovarmi un giorno a vedere Roger Waters, sia perché non sapevo se sarebbe tornato in Italia dopo il tour del 2011, sia perché i concerti sono rigorosamente a monculi, e dipendendo ancora dai miei e non navigando nell’oro, beh non ci speravo troppo.
ROGER WATERS, INSOMMA!
Nonostante The Wall non sia tra i miei album preferiti dei Pink Floyd, è stato veramente fantastico, anzi, probabilmente mi ha anche fatto rivalutare l’album intero.
Waters è un genio del male. 

“Sfonda tutto maniaca che non sei altro!”

19 Lug

Uuuh, il mio povero blog lasciato a morire a se stesso! Uff, ma in questi giorni la mia vita sociale sta avendo uno slancio pazzesco e accendo pochissimo il pc, giusto per sentire la musica (lo stereo non funziona piùù).
Bon. Ok, il titolo non è dei migliori è può essere facilmente equivocato (?), ma ho deciso comunque di metterlo, perché è un pezzo del messaggio più bello che abbia mai ricevuto -allora figuriamoci gli altri, eh? lol-
Non è servito però a molto per migliorare la mia situazione psicofisica di devasto totale. Ossì, oggi è il giorno post-concerto.
Siamo. Stati. Bravissimi. Cazzosì!
Mi sono divertita un sacco, nonostante l’ansia tremenda che ho avuto tipo… fino all’ultimo pezzo! ahah Ma forse è anche questo il bello, no? Dai, ti sembra di crepare dall’ansia fino all’ultimo, poi ti metti a suonare e non finisci più, vorresti rifarlo ancora e ancora e ancora!
C’era un sacco di gente, poi! Anche se se ne andavano subito durante l’intermezzo tra un pezzo e l’altro: le presentatrici parlavano troppo e la gente si stufava. Vabbé poi con il pezzo successivo si ri-attirava pubblico, quindi vabbbene.
Oh, il prossim’anno, cioè, a settembre, entro nei primi sax, YEEEP ♥
Comunque, ripeto, troppo, troppo bravi. Il Settè in Jazz Band è stato FAN-TA-STI-CO! Dio, ero troppo in ansia anche per lui ahaha Decisamente, non sono tipa da fare il solo, se mi vien l’angoscia solo a sentire quelli degli altri.
In Think siamo stati troppo bulli con la “coreografia”! ahah La prima volta uno dei sax davanti ha sbagliato, ma vabbè, nel bis siamo stati perfetti! ♥
Alla fine ho fatto i complimenti al solista, è stato tipo la cosa più imbarazzante del mondo, perché non so fare dei complimenti decentidfjkdfhd
-Sei stato bravissimo, pensa, se sbagliavi saresti stato preso per il culo a vita da tutta la gente! E’ andata bene
-Ssss, grazie? ahahah

-Ehm. Prego? Tipossoabbracciare?
-… Ok?
*abbracc
AHAHAHAHAH sono malataa X° Poi tipo non mi lasciava più
-Oook, adesso ti puoi staccare. Ehm.

-Ehm, staccati.
E si è staccato ahahah ma è tipo troppo morbido
AH ODDIO POI C’ERA ANCHE IL MAESTRO CHE CI OSSERVAVAAARGHCHEFFIGURADIMMERDA
-Oh, con il solo hai fatto carriera, ora tutte le donne ti vengono a abbraccia’
MA COSA, MA PERCHE’, MA NON INFERIRE MAJJDFSKJKJKDSKJ e meno male che era buio perché penso fossi tipo color pomodoro
Dopo siamo andati a mangiare la pizza allo Spietato -a mezzanotte!- e sono riuscita a sedermi accanto ai giovani AHAH
Mi sono fatta odiare dal Settè e dalla Fra SCUSATE SE SONO SORDA E NON VI SENTO, LOL ;___;
Io e il Cima a fare i bulli, a cascare perfettamente nella “pizza acchiappa imbecilli” quindi mangiando la pizza al peperoncino, ma veramente STRAPIENA, per fare i fighi (??) ahahah
Mi bruciava perfino il naso! E quell’altro con le lacrime agli occhi AHAH
Ho mangiato un casino, birra, e per finire un bel gelato, yep!
Ah, che bello, le majorettes mi odiano/schifano tipo, LOL Non si azzardano nemmeno a rivolgermi la parola per dire “mi passi la pizza?” Quando sono arrivata una mi ha tipo squadrata malissimo dall’alto in basso, SCUSATE SE NON SONO FIGA COME VOI, EH
Insomma, si son fatte le due di notte e son tornata sana e salva a casa, ma ora ho lo stomaco distrutto.
Sono ancora un po’ impacciata nel parlare con le persone, lì, però confido nella mia entrata nei primi sax, perchè boh, c’è più gente della mia età, magari riesco a relazionarmi ahah
Ok, fine. Non so quanto sia grammaticalmente e logicamente corretto questo post, ma la mia felicità mi fa dimenticare l’italiano (un po’ come Alice nel paese delle meraviglie, insomma)
Gné♥

Pinball Wizard

21 Mar

Buongiorno! Buongiornissimo!
Sì, sono contenta. Molto. Tanto. Troppo. ♥
Sarà stata la maravigliossa giornata di ieri!
Intanto, son rimasta a casa la mattina, perché alle due e mezza si partiva per Firenze, visto che a quell’ora io son ancora sul treno per tornare a casa, e che non mi fanno uscire da scuola se i miei non mi vengono a prendere (e andando a scuola a Lucca, non è semplice, considerando poi che non potevano a prescindere perché blablablablabla roba che non interessa a nessuno), insomma, son rimasta a dormire fino alle 11, che è cosa buona e giusta.
Pronti per le 14.30, con la fantastica maglietta degli Who, fantasia portami via :’D
Con la Lucre e il Lore, si va a Firenze (♥). Il concerto cominciava alle 21.00, quindi ne abbiamo approfittato per girare per la città e maremma cane quanto è bella Firenze!
Che poi siamo stati solo all’Hard Rock, visto che il centro era abbastanza lontano, LOL. Beh, ma io non c’ero mai stata, quindi va bene lo stesso (?), abbiamo ammirato il basso dell’Entwistle e la vespa di Quadrophenia e abbiamo deciso di cenare. Alle 18.30. Un po’ all’inglese, insomma ahaha. Dubbi atroci sul cosa prendere da mangiare, per me era tutto arabo, quindi ho optato per un hamburger random, ho fatto scegliere agli altri, che tra l’altro mi è pure rimasto sullo stomaco fino a stamani. Bleah. Di seguito, foto truzze nei bagni e via verso il teatro.
Ecco. Sarà che è stato il mio primo concerto, ma che spettacolo. Che spettacolo! Oh già, sì, perché sono andata a vedere Roger Daltrey ♥ Anzi, Roger Daltrey-The Who’s Tommy and More, giusto per essere precisi. Tra l’altro eravamo pure in un posto carino, dove si vedeva bene.
Bon, comunque, si spengono le luci, gli altri componenti sono già sul palco, tensione totale, e poi entra il Daltrey. Il Daltrey. Quello vero.
Madonna che vecchietto carino che è ahahaha E’ così bassino, con quei riccioli dfjkdkjsksjd così nonnetto!
Cominciano così, di botto, con Tommy. Fantastico, fantastico, troppo. Così tanto da gettarci nello sconforto più totale quando durente Amazing Journey, mi pare, non mi ricordo, una delle prime canzoni, mentre Roger si dilettava a far roteare il microfono, salta tutto. La corrente, così, un po’ a sberleffo, se ne va. Sconforto. Terrore. Si pensava fosse finito lì, che ci mandassero a casa. Passiamo circa mezz’ora senza saper nulla, Roger dopo aver biascicato qualcosa se n’era scomparso sul retro e ci lasciarono nel dubbio. Passati circa tre quarti d’ora ci avvertono che c’era un guasto nell’impianto. MA DAI. Un altro po’ di tempo e ci avvertono che stanno risolvendo.
Ed hanno risolto. Hanno risolto. Veramente, il sollievo!
Dopo l’inconveniente, il concerto è proseguito splendidamente, salvo le proiezioni orribili durante Sally Simpson. Sul serio, ma ci vado io a illustrare quelle benedette proiezioni. Ma erano veramente… deprimenti, ma non lo so ahahah
Oh, ad un certo punto stava facendo roteare il microfono e gli si è tipo attorcigliato alla gamba! Lui ha continuato impassibile a cantare mentre un tizio provvedeva a scioglierlo, ahahah ma che carino. Dopo l’episodio si è un po’ contenuto con i volteggiamenti.
Pianti a dirotto alla fine di Tommy, dove mi ero spostata per vedere meglio, e veramente, non lo so, boh, piangevo AHAHAH Belle cose!
-Adesso suoneremo alcuno dei successi degli anni 60!
E partono con I Can See for Miles, canzone che AMO, seguita da altri brani come The Kids Are Alright, Behind Blue Eyes, My Generation (di cui non hanno fatto nemmeno il bass solo -sigh-).
Durante Who Are You pensavo di svenire.
-Whooo are you (who who, who who)!
E nel mentre… CI INDICA. CI. INDICA. NOI. Ne sono sicura, perché eravamo in piedi ed eravamo in uno spazio diciamo isolati. CI HA INDICATI. ERAVAMO NOI. E io tipo ho alzato mezzo braccio e sono diventata color pomodoro, ho cominciato a fare movimenti convulsi e lui ha fatto tipo mezzo sorriso, alla fighetto AHAHAH Della serie “eh, faccio sempre questo effetto alle donne”.
Ma non sono svenuta.
In Baba O’Riley prende l’armonica… ma non suona, LOL. Ne aveva una di riserva comunque, quindi ha preso l’altra e ha cominciato, ahah
Ringraziamenti vari, presentazioni, blablabla, “i vostri soldi serviranno per pagare la bolletta dell’elettricità del teatro” (AHAHAH MA LO AMO, LO AMO), applausi vari, casino, “ROGER, PLEASE, BECOME MY GRANDFATHER” [cit.] sotto gli sguardi ammirati/scandalizzati/nonsocosa della gente dello spazio dov’ero io. Putroppo non mi ha sentita perché c’era un casino madornale. Volevo aspettare la fine, se ci fosse stato un po’ di silenzio, ma nada, e lui se n’è andato in frettissima (ma si dice?), nemmeno il tempo di salutare (?).
Beh, gli scriverò una lettera: Roger, I saw your concert on the 20th March, in Florence, and please, become my grandpa’! I’ld ask you if you marry me, but I’m too young, I’m fourteen. With love, Clod.
AHAHAHA MI CI VEDO.
Oh, sono così fangherl.
Bon, anche stamani a casa perché ero distrutta, e ho dormito fino a mezzogiorno e mezzo :3
Necessito di rivederlo. O di andare a un concerto.
fshdsjksdcuisjdkfsdj

With love, Clod.