Matite arabe per Charlie Hebdo

8 Gen

editoriaraba

Oggi sul blog faccio parlare le immagini, e le matite, dei colleghi arabi dei giornalisti e disegnatori di Charlie Hebdo. Molti sono autori satirici, come lo erano quelli di Charlie Hebdo.

Sono vignette e disegni che ho trovato ieri sera su Facebook, mentre seguivo notizie e commenti di amici e colleghi, che sono state composte a commento, memoria, solidarietà, amicizia, affetto.

________________________

Ali Ferzat, caricaturista siriano

مهداة الى كل ضحايا الفكر والفن والتعبير محليا وعربيا وعالميا

(Dedicato a tutte le vittime del pensiero, dell’arte e dell’espressione, qui, nel mondo arabo, in tutto il mondo)

di Ali Ferzat - disegnatore siriano

Ali Dilem, caricaturista algerino

ali dilem

View original post 51 altre parole

Annunci

Ogni riccio è un capriccio

10 Nov

Aequilibrium

25 Ott

Mi manca il carnevale.
Tantissimo.

Motherboard

24 Set

Colobonema sericeum

8 Set

Una settimana al nuovo anno scolastico.
E’ tempo di riaprire i libri (tipo quello di biologia). 

Face to Face

27 Ago

Fear will always make you blind

Io lo ripeto, i Daft Punk sono la droga. 

Get back life to music

21 Ago

Avrei dovuto scrivere questo post un po’ prima, dato che i concerti estivi sono finiti l’11 agosto. 
Però, anche adesso in realtà, non avevo idea di come riportare per scritto la fantastica esperienza di quest’anno. 
Non che gli altri anni o gli altri concerti siano stati da meno, tutti hanno una loro particolarità e ne conservo il ricordo, ma questi, soprattutto il primo, sono stati… “wow”!

E quindi torniamo indietro al 4/08/2014, Pietrasanta, Chiostro di Sant’Agostino.

Il solito concerto in città. Se non fosse che quest’anno abbiano deciso di dare la cittadinanza onoraria (sì, pure a lui) al maestro Michael Guttman, violinista belga che da anni risiede nel mio paese ed organizzatore del festival Pietrasanta in concerto.
Non solo abbiamo suonato per lui, ma abbiamo suonato con lui!
Io non me ne intendo troppo di viole violini e strumenti da orchestra, però quando uno ci sa fare, si sente! 
Con quell’aria un po’ svampita, decisamente modesto, non solo ha accettato di suonare con noi, venendo anche alle prove della banda (e non è da tutti, fidatevi, considerando anche che siamo una semplice banda di dilettanti), ma oltretutto ci ha pure finanziati per comprare nuovi strumenti e apparecchiature per la scuola di musica! 
Comunque, non so se appunto era il suo effetto benefico o cosa, ma ci siamo tutti impegnati veramente tanto ed abbiamo suonato decisamente meglio rispetto ai nostri standard. Anche il pubblico ci ha sorpresi, sia per la moltitudine di persone sia per l’attenzione che hanno rivolto al concerto. A tutto il concerto, Guttman ha suonato con noi solo due pezzi. 
C’è da ringraziare anche il sindaco per aver promosso questo evento, che dimostra sempre di provare un minimo di interesse verso la filarmonica (e non è da tutti nemmeno questo)

8/08/2014, Capezzano Monte, Teatro della Cava

Il secondo concerto di rito, al Teatro della Cava di Capezzano Monte. 
Che poi in realtà è una semplice cava scavata in una montagna, decisamente poco teatro, ma molto suggestivo, sia come ambiente, sia come acustica. 
Dicono che dal pubblico si senta divinamente. Io lo spero, perché dal palco è una vera tortura. 
Decisamente sottotono rispetto al primo, però mi dicono che siamo comunque andati bene, “non vi smentite mai!”
E poi ho vinto il terzo premio della lotteria.
Un fornetto elettrico.

Due giorni dopo l’acquisto del nuovo microonde. 
Ma va bene così ahah

11/08/2014, Forte dei Marmi, Bagno Acalì

Questo è stato decisamente il più bel concerto che abbia mai fatto. 
Anche senza Guttman, anche se purtroppo un po’ di musicanti non erano presenti per motivi personali, anche se era un casino l’impianto audio, anche se ci è toccato asciugare la pianola col phon a causà dell’umidità. 
Però siamo stati bravi. 
Davvero. 
Non so se era l’atmosfera, sulla spiaggia col mare alle spalle di sera le candele e tutte queste cose da film americano, ma siamo stati bravi.
E sono stata veramente felice, perché finalmente mi sono sentita a casa. 

Le foto sono di Nicol Fava. Trovate il resto (e la registrazione di Schilnder’s List con Guttman) sulla pagina Facebook Filarmonica Capezzano Monte

Daft

19 Ago

Era dai tempi dei Pink Floyd/The Who che non mi fissavo così

send help

Per favore: non strumentalizzate Robin Williams contro le donne

14 Ago

il ricciocorno schiattoso

il_saluto_di_orkQuesta sono io, che faccio il saluto di Ork. Mi sono impegnata tanto ad impararlo, ma nonostante gli sforzi, ancora oggi ci riesco solo con una mano. Non è male, secondo me, considerato che non sono un’aliena.

Io sono una di quei bambini che è cresciuta con Mork e Mindy, e li adoravo.

mork-e-mindyQuando sei un bambino, e adori un programma TV, finisci con l’amare i suoi protagonisti allo stesso modo in cui ami il tuo orsetto. Almeno, a me succedeva così. (E il mio orsetto ce l’ho ancora sul comodino.)

Ho trovato su facebook la notizia che ad uccidere Robin Williams è stato il femminismo:

robin williams2Lo sappiamo che qualunque cosa brutta succeda al mondo è colpa delle donne cattive. (Anche quando qualcosa di brutto succede ad una donna, è solo colpa sua). La donna cattiva per antonomasia è la femminista. La logica conseguenza…

View original post 933 altre parole

Progress

12 Ago